Quuesta settimana tocca ad una presentatrice TV, molto di voi sicuramente la conoscono già, stiamo parlando di Eleonora Tacconi, attenzione alle sue parole.

Ciao Eleonora, parlaci della tua vita professionale?

Lavoro per una televisione sportiva di Verona che si chiama Telenuovo, ma collaboro anche con altre emittenti nazionali e radio. Mi occupo di commentare le varie partite di Serie A, scrivo articoli, intervisto, sono una presentatrice e chi ne ha, più ne metta. Amo il mio lavoro e spero di continuare a lungo la mia carriera nel mondo sportivo.

Sono ormai tante le donne, e le ragazze, che si avvicinano sempre più al mondo del calcio, da dove nasce questa tua passione per la tua squadra del cuore?

Ha giocato nel Verona, la squadra della mia città e tutt'ora è un allenatore. Avevamo un rapporto padre-figlia diverso rispetto agli altri e nessuno ci capiva. Oggi, è il mio fan numero uno e tutto questo lo devo a lui

Raccontaci la tua prima volta allo stadio...

Avevo 7 anni.. l'allenatore era Roberto Mancini e la partita in questione era Inter- Siena. Ci giocavamo lo scudetto. La partita è finita 1 a 1 con un goal di Cruz e Gastaldello a 5 minuti dalla fine. Ero nel secondo anello rosso a San Siro e lo stadio era gremito. Materazzi in quell'occasione ha sbagliato un rigore importantissimo. Ricordo la rabbia, la disperazione di chi era accanto a me e allo stesso tempo il sollievo al triplice fischio dell'arbitro dopo una partita che rischiavamo di perdere. Il Siena, dopo il pareggio, era diventato ancora più offensivo e la nostra difesa concedeva troppi spazi. Era un mondo nuovo, strano, ma allo stesso tempo sentivo già di essere a casa.

Qual è, secondo te, la vittoria più importante della tua squadra del cuore? E le tue emozioni per questa vittoria?

Sono interista e ho avuto la fortuna di vedere l'Inter vincere tutto. Ogni vittoria ha avuto un peso e un significato diverso. Sicuramente quella in Champions contro il Bayern è stata la ciliegina sulla torta di una stagione spettacolare, ma anche il derby vinto 2 a 0 in 9 contro 11 non è stato male.

Clicca qui per seguire Eleonora su Instagram
Invece tocchiamo un tasto dolente, la sconfitta più brutta ed il tuo stato d' animo?

Noi interisti siamo abituati a tutto: dalla vittoria più straordinaria, alla sconfitta più assurda. Odio vedere la mia squadra perdere i derby e le sfide contro la Juve. A distanza di anni, sento parlare ancora del famoso 6 a 0 contro il Milan oppure del fatidico 5 maggio contro la Lazio che portò lo scudetto in casa bianconera. Le sconfitte contro le tue rivali di sempre, purtroppo hanno un qualcosa di diverso.

Il giocatore della tua squadra del cuore che trovi più affascinante e quello meno invece?

Skriniar è il giocatore che più mi affascina dell'Inter. Ha un'intelligenza tattica e una lettura di gioco impressionante. Impeccabile in fase difensiva e allo stesso tempo, fondamentale con i suoi inserimenti, in fase offensiva. È difficile, al giorno d'oggi, trovare difensori centrali con queste caratteristiche. Chi mi entusiasma meno, invece, è Gagliardini. Buon prospetto, dotato di velocità e con un buon tiro da fuori, ma ancora immaturo, calcisticamente parlando, sulle letture di gioco. Adesso, nel 4-2-3-1 di Spaletti, giocando leggermente più avanti, riesce a trovare gli spazi per inserirsi ed è più propenso verso la squadra. È un ragazzo giovane. Avrà l'occasione di migliorarsi e di trovare la sua continuità in mezzo al campo.

Invece adesso passiamo ad una domanda più complicata, Conosci il fantacalcio? Se si, quali giocatori vorresti consigliare ai fantallenatori?

Conosco il Fantacalcio e ci gioco insieme ai miei amici. Sono l'unica donna nel gruppo. L'anno scorso ho vinto dando lezioni di calcio a tutti (😂), quest'anno, è stato un po' più difficile: troppi giocatori infortunati e discontinui. Nella mia rosa ho giocatori d'esperienza e di un certo livello che mi hanno fatto spendere tanti Fantamilioni 😂,ma sono una forte sostenitrici dei giovani. Su chi puntare? Alcuni nomi sono scontati da dire. I miei pupilli sono sempre stati Mertens e Callejon. Amo il rischio e le novità. Consiglierei a tutti di studiarsi bene le caratteristiche tecniche e tattiche di Barak, Ricci e Karamoh; giocatori con talento da vendere

Un saluto a tutti i Fantallenatori! Vi auguro di concludere questo campionato nel migliore dei modi 😘