top flop 11 fantacalcio voti gazzetta dello sport

Ultimo turno di questo (orribile) 2020. E tanto per gradire, non potevano mancare le sorprese nelle formazioni che curiamo ogni turno di serie A. Maglia da titolare ormai tatuata sulla pelle per Theo Hernandez nella top, a centrocampo ancora determinante Calhanoglu, in attacco solo doppiettisti. Tra i peggiori 2/3 di difesa e’ della Juventus (!), Cristante in mezzo al campo sembra essere abbonato ai flop, attacco anemico. Ma andiamo con ordine.

TOP 11 SERIE A 14ª
Tra i pali il portiere titolare della Nazionale Italiana, Gigi Donnarumma. Sia chiaro, ha si’ incassato 2 reti, ma ha anche parato un rigore a uno dei maggiori specialisti dei tiri dagli 11 metri. Per lui un voto pari a 7 che diventa 8 grazie alla prodezza su Immobile (il 40% delle sue reti in serie A sono su rigore).
Difesa da 30 e lode. Come accennato nella presentazione, ormai Theo Hernandez non fa piu’ notizia. Il fortissimo laterale francese stavolta schiaccia di testa al 92’ e realizza il gol vittoria del Milan sulla Lazio (7+3). Stesso voto e stesso bonus per Martin Caceres, che e’ protagonista nel clamoroso 0-3 della Fiorentina allo Stadium. Prima annulla dal campo Ronaldo & soci, poi chiude la partita insaccando il gol dell'ex. Non da meno il rientrante Mimmo Criscito. Dopo varie settimane ai box, torna da titolare e si ripresenta dal dischetto portando il Genoa a vincere il derby ligure a La Spezia.
A centrocampo Ilic. Non e’ un errore, non si tratta di Josip, ma del quasi omonimo Ivan, serbo, classe 2001. Un altro dei tanti giocatori valorizzati da Juric, scarta il gentile omaggio di Handanovic e riporta momentaneamente il Verona sull'1-1 contro l'Inter. Per il giovane gialloblù 7+3. Stesso voto di Jordan Veretout. Anche per il giallorosso voto 7 (come i gol realizzati in questo bellissimo inizio di stagione) e gol piuttosto rocambolesco, con un piatto di destro che tocca terra e si impenna dove Cragno non puo’ arrivare. Per il vantaggio della Roma sul Cagliari. Hamed Junior Traore’ e’ un altro dei gioielli del Sassuolo di De Zerbi. L’ivoriano ex Empoli e’ abile a portare il Sassuolo in vantaggio a Genova contro la Samp (7+3 anche per lui). Meglio, molto meglio Hakan Calhanoglu. Per il turco addirittura un 12.5. Estremamente meritato, grande prestazione 7.5, gol su rigore (approfittando delle assenze dei titolare Ibrahimovic e Kessie’) e 2 grandissimi assist. Splendido avvio di stagione per il numero 10 milanista.
In attacco un tridente delle meraviglie (almeno per oggi) sudamericano. L’ex fattorino Junior Messias realizza un’altra straordinaria doppietta, e regala 3 punti d'oro al Crotone in uno spareggio salvezza pesante, contro il Parma. Fantavoto di 13.5 per lui (7.5+6). Cosi’ come Luis Muriel, il piu’ forte giocatore della serie A ad incidere entrando a gara in corso stavolta approfitta della chance dal 1’ e realizza 2 reti in 25’ (una su rigore) utili a portare l’Atalanta sullo 0-2 a Bologna, poi rimontata nella ripresa. A chiudere il tridente offensivo Joao Pedro, ancora una doppietta alla Roma, che pero’ non e’ bastata (come pure la doppietta della scorsa stagione contro i giallorossi che vinsero 3-4 al Sant’Elia) a portare punti al suo Cagliari. Il suo 13 consente pero’ al totale di squadra di raggiungere un ottimo punteggio di 127.5. In panchina proprio lui, Cesare Prandelli, che vince la sua prima partita sulla panchina viola al tentativo numero 7 (dopo 4 sconfitte e due pareggi) e nella partita piu’ difficile. Clamoroso 0-3 in casa della Juventus e voto 7 per il tecnico viola. Complimenti a Prandelli e agli 11 top dell’ultima del 2020.
top 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Top 11 della giornata 14° della Serie A 2020/21
FLOP 11 SERIE A 14ª
Passiamo ora ai peggiori 11 della quattordicesima giornata di serie A. In porta Emil Audero della Sampdoria. Il portiere blucerchiato incassa 3 reti in casa dal Sassuolo, anche se lui risulterebbe essere sufficiente, ma i gol subiti lo portano a ricevere un fantavoto pari a 3.
In difesa addirittura due giocatori della Juventus, entrambi estremamente negativi. Juan Cuadrado sta disputando una splendida stagione, ma stavolta tradisce i suoi fantallenatori e si fa cacciare dopo 13’ a causa un'entrata molto pericolosa su Castrovilli (3 per il colombiano). Anche Alex Sandro e’ presente nella flop 11. Lui resta in campo 90’, e gioca una partita nettamente insufficiente. Con una macchia (sfortunata a dire il vero), l'autogol che condanna di fatto la Juventus alla sconfitta (e’ il gol dello 0-2). Per il brasiliano 5-2. Leggermente meglio, ma niente di che vantarsi, Lorenzo Tonelli. Impazzisce letteralmente al cospetto di Traore’, Caputo e Berardi, facilitando almeno un paio di reti dei neroverdi. Inevitabile quindi un 4.5 secco in pagella (che diventa 4 a causa del cartellino giallo ricevuto).
A centrocampo Bryan Cristante sta diventando un cliente fisso della flop. Stavolta non fa autoreti, non bestemmia, ma gioca malissimo e prende un 5.5 che si tramuta in 5 con l’ammonizione (Fonseca lo spedisce sotto la doccia dopo appena 73’). Ivan Perisic ha avuto una chance dal primo minuto in Verona Inter: fallita nettamente. Il croato e’ l'ombra del giocatore ammirato nella precedente parentesi interista e non incide minimamente (Conte lo cambia dopo 70’ senza sussulti), voto 5. Miha Zajc e’ la nota stonata nella pesantissima vittoria genoana a La Spezia. E’ sottotono, poco concreto, avulso dalla partita e si becca un 5.5 (con ammonizione) in appena 25’ di partita. A chiudere la linea mediana il peggiore di tutti, Bakayoko. Il numero 5 del Napoli gioca una partita anonima contro il Torino, si becca il solito cartellino giallo e viene sostituito da Gattuso dopo 73’.
In attacco un tridente molto...leggero. In 3 riescono a totalizzare 15, poco piu’ del solo Messias. Kevin Lasagna e’ protagonista mancato in Udinese Benevento. Nessuno squillo in 90’ giocati (5). I difensori del Benevento hanno vita facile e riescono ad arginare facilmente il numero 15 bianconero. Andrea Petagna aveva stasera una grande occasione, giocare titolare contro il Torino grazie alle contemporanee assenze di Osimhen e Mertens. Partita steccata. Non la becca mai, il Torino sfiora il colpaccio e Gattuso deve rispolverare dopo 72’ di disperazione Fernando Llorente, da 6 mesi ai margini del progetto Napoli (5 anche per lui). Stessa sorte toccata pure a Colley del Verona. Il gambiano gioca solo 53’, tanto basta a Juric per averne abbastanza e sostituirlo con Lazovic, visto che il classe 2000 non crea alcun pericolo alla difesa interista. Questi 11 stasera hanno quasi toccato il fondo, e il totale complessivo che recita un misero 52.5 non fa altro che confermarlo. In panchina stavolta siede il Maestro, Andrea Pirlo, che cade in casa 0-3 contro la Fiorentina, e chiude come peggio non potrebbe il suo 2020.
flop 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Flop 11 della giornata 14° della Serie A 2020/21
Archiviato l'ultimo turno dell'anno abbiamo solamente una decina di giorni di riposo. Si ritorna in campo il 3 gennaio 2021 in una particolare giornata di campionato, che si disputa tutta in un solo giorno. Stacchiamo la spina per un po’, per “disintossicarci” dalle amarezze di questo bellissimo gioco, e per i pochi fortunati (e’ proprio il caso di dirlo) qualche giorno di relax. Noi ci ritroviamo il prossimo anno, sperando che sia un 2021 migliore di questo che sta per finire (ci vuole poco) e con la speranza che si torni a tifare per le proprie squadre (e i propri giocatori) dallo stadio. Buone feste a tutti!

Potrebbero interessarti