top flop 11 fantacalcio voti gazzetta dello sport

Conclusa l’interminabile giornata numero 23 del campionato italiano. Si e’ giocato su 4 giorni, con nessuna partita in contemporanea. Si e’ avuta la possibilita’ dunque di vedere live tutte e 10 le partite. Non sono mancate le sorprese ovviamente. Tra i top 2 interisti, segno evidente di un dominio assoluto nel derby: Handanovic e Lautaro . Sugli scudi e’ tornato Castrovilli, che era persino in dubbio per un problema fisico, ed e’ subentrato a gara in corso. Tra i flop Meret, asfaltato dalla solita armata atalantina e i due attaccanti del Cagliari, Joao Pedro e Simeone, che sembrano essere entrati in un vicolo cieco. Chissa’ se il cambio alla guida tecnica gli portera’ dei benefici. Ma andiamo come sempre nel dettaglio.

TOP 11 SERIE A 23ª
Tra i pali ecco Samir Handanovic. Ultimamente era stato piuttosto discontinuo, alternando buone parate a errori da matita rossa. Stavolta in 4 minuti e’ stato capace di negare per 3 volte il gol ai rossoneri entrando di diritto nella top 11, clean sheet e voto 7.
In difesa si viaggia a forza 10. Faraoni, Romero e Bremer. Per tutti un eccellente 7+3. Davide Faraoni lo scorso anno aveva grande confidenza con la rete, quest'anno, pur giocando molto bene, si stava dedicato di piu’ agli assist. Sabato pomeriggio, nell’anticipo di Marassi, ha sfruttato l’imperfetta uscita di Perin per piazzare sotto la traversa il gol del momentaneo 1-2 per gli scaligeri. Anche Gleison Bremer ha messo in porta un pallone pesante. Questo e’ addirittura valso 3 punti al Torino, nell'anticipo serale del venerdì a Cagliari. Perfetto stacco di testa e palla in buca d'angolo, gol pesantissimo in ottica salvezza, prima vittoria per il Torino di Nicola e sconfitta fatale a Di Francesco che in queste ore e’ stato sostituito da Semplici. Per concludere, Christian Romero. L'argentino sta disputando un campionato straordinario. Dopo aver sbloccato il risultato a San Siro contro il Milan un mesetto fa, stavolta ha chiuso i giochi contro il Napoli che si stava riaffacciando in partita. Splendido gol su assist di Djimsiti. Nulla da fare per Meret.
A centrocampo protagonisti scatenati: 4 gol e un assist. Gaetano Castrovilli non portava a casa bonus da ben 17 giornate, quasi un girone intero. Dopo una partenza sprint si era praticamente fermato. Venerdì pomeriggio partiva dalla panchina, a causa delle sue non perfette condizioni fisiche (meno male…). Bonaventura ha accusato un problema e quindi e’ subentrato “Castro”. In 45 minuti gol, assist, partita spaccata e fantavoto di 12. Complimenti. Milan Badelj non e’ uno che ha confidenza con la porta. Non segnava addirittura dallo scorso campionato. Stavolta con un destro da fuori trova il gol pareggio contro il Verona e si porta a casa un ottimo 10. Gol meritato per il croato e splendida dedica per Astori. Chi sta sorprendendo di piu’ e’ pero’ Juraj Kucka. D’accordo, quest'anno e’ rigorista nel Parma, ma mai aveva segnato con questa regolarita’. Gol numero 5 per lo slovacco, che si sta dimostrando cecchino molto affidabile, e ottiene comunque buoni voti nonostante il campionato disastroso degli uomini di D’Aversa. Il Parma si era portato sul 2-0, poi la rimonta Udinese ha negato anche i 3 punti ai ducali. Anche per Kuco un buonissimo 10. Per concludere Wenston McKennie. Il texano, nel posticipo di lunedì sera, chiude la partita, sfruttando un rimpallo e battendo imparabilmente il portiere degli squali Cordaz: 3-0 e Crotone regolato agevolmente.
Tridente offensivo da 39! Tanto portano in dote Dusan Vlahovic, Cristiano Ronaldo e Lautaro Martinez. Il serbo della Fiorentina e’ protagonista assoluto nel 3-0 dei viola contro lo Spezia. Sblocca il match, e’ presente dentro la partita e nel finale regala il gol a Eysseric, rinunciando alla sua personale doppietta: voto 11.5 per il centravanti di Prandelli, che si sta confermando un talento cristallino. Poi CR7. Il portoghese segna 2 reti al Crotone in meno di 45’. Avrebbe tutta la ripresa per incrementare il bottino, invece spreca tanto e si “consola” con un notevole 13.5. Continua l'alternanza top/flop per l'asso di Madeira. Ma il migliore di giornata e’ Lautaro Martinez. L'argentino e’ il capocannoniere morale nella classifica speciale senza considerare i rigori (13 gol per lui e Lukaku, 14 per Cristiano Ronaldo che pero’ ha giocato sempre). Nel derby e’ stato devastante. Doppietta, ha di fatto deciso la partita, con due tap-in di testa e di sinistro, e ha completato la contesa come sempre con grandissima sostanza e presenza in fase di non possesso. Esce stremato dopo 79’ di dominio assoluto. Sta nascendo un campione. El Toro ha soltanto 23 anni…un predestinato.
In panchina Cesare Prandelli. Azzecca tutto, e soprattutto il cambio Bonaventura-Castrovilli. La Viola ottiene una vittoria netta, senza recriminazioni, contro lo Spezia che e’ una mina vagante, pericolosissima, per tutte le squadre (chiedere referenze a Milan e Napoli). Voto 7 per il mister di Orzinuovi e totale di squadra che recita cosi’: 125. Spettacolo!
top 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Top 11 della 23ª della Serie A 2020/21
FLOP 11 SERIE A 23ª
Se i top ci hanno fatto sorridere e godere lo stesso non si puo’ dire per i flop. Gli 11 che hanno fallito la partita ci hanno penalizzato pesantemente, essendo stati schierati e con i malus hanno determinato un problema per tutti noi. In porta Alex Meret. Veniva da una presenza nei top, dopo la fantastica prestazione contro la Juventus. Stavolta ne incassa 4, suo malgrado, e il suo tutto sommato discreto 6 diventa un pessimo 2.
Difesa horror con 2 cartellini rossi. La partita di Aaron Hickey dura soltanto 29 minuti. Poi viene espulso dietro chiamata Var per il solito fallo con il piede a martello. Bologna in 10, e gara tutta in salita per gli uomini di Mihajlovic che hanno dovuto difendere in inferiorita’, per oltre 60 minuti, il gol di Soriano: 4.5 – 1 per il giovanissimo scozzese. Anche Kamil Glik e’ finito sotto la doccia anzitempo. Il polacco rimedia un doppio giallo e al 57’ viene espulso. Il Benevento difendera’ con il coltello tra i denti lo 0-0 contro la Roma. Pure per l'esperto giocatore ex Torino e Monaco un pessimo 3.5. Per completare la “difesa” Davide Calabria. Il terzino rossonero viene massacrato da Perisic che e’ uno dei migliori in campo. Spazzato via come un fuscello, non riesce mai a prendere le misure al croato. Voto pari 4.5 per il numero 2 di Pioli, che trova una partita da dimenticare, dopo un girone d’andata davvero positivo. Urge di nuovo il vecchio Calabria.
A centrocampo c’e’ una curiosita’. Ben 3 giocatori flop hanno comunque vinto la partita. E nonostante tutto sono risultati tra i peggiori. Sofyan Amrabat non sta ripetendo lo straordinario campionato della passata stagione. Il marocchino non e’ in forma, e anche venerdì non ha giocato una partita indimenticabile: ammonito e sostituito dopo 59’. Voto 5. Stessa sorte e’ toccata a Senad Lulic. Il bosniaco ha subìto le incursioni di Candreva per tutta la partita. Giallo anche per lui, Simone Inzaghi lo ha sostituito con Fares dopo meno di un'ora. Per il capitano laziale attenuante importante, visto che sta rientrando dopo un'assenza forzata di oltre un anno. Stessa spiaggia stesso mare per Sasa Lukic. Anche il serbo ha vinto la partita, anche lui e’ stato ammonito, anche lui e’ uscito dopo 79 minuti per fare spazio a Baselli. Per cui non puo’ essere differente il voto, 5. Solo Alexis Saelemaekers ha perso (e pure in maniera fragorosa). Il giovane belga ha giocato 68 minuti poi e’ uscito per fare posto a Leao, nel disperato tentativo di riprendere il derby. Prestazione davvero anonima per il numero 56 rossonero, e inevitabile 4.5 per lui.
Attacco anemico per i flop. Due sardi sono presenti nella speciale formazione dei peggiori di giornata. Joao Pedro fa rumore, visto che comunque sta disputando un campionato importante. E’ praticamente l'unico nel Cagliari a trovare la via del gol. Stavolta stecca e si becca un poco gratificante 5. Peggio di lui ha fatto Giovanni Simeone (e non soltanto nella gara di venerdì). Non trova la porta da tantissime partite, si danna e si sbatte ma senza essere concreto. Il grande impegno, talvolta eccessivo, gli regala un’ammonizione e dopo 70’ se ne va sotto la doccia per fare spazio a uno che non vanta nemmeno 5 gol in serie A, Alberto Cerri! Per concludere Fernando Llorente. Lo spagnolo non ha avuto l’impatto che ci si attendeva dopo il passaggio a Udine. Non tocca praticamente mai palla, nel lunch match di Parma, e dopo 60’ minuti Gotti lo sostituisce con Okaka che va in gol al primo pallone toccato. Voto 5 per il numero 32 friulano.
In panchina, chiaramente, Stefano Pioli. Dopo lo 0-2 di settimana scorsa a La Spezia, stavolta perde 0-3, il derby, senza mai dare l'idea di poter essere in partita. Ovviamente il voto e’ sin troppo generoso, 5. Totale di squadra molto negativo, 52.
flop 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Flop 11 della 23ª della Serie A 2020/21
Nel prossimo turno si ritorna a giocare su 3 giorni. Si comincia si il venerdì alle 20:45, ma si concludera’ regolarmente il turno la domenica sera. Senza Monday Night. Spiccano Sampdoria Atalanta e Roma Milan. Attenzione anche al derby campano, Napoli Benevento. Juventus impegnata a Verona, mentre in coda Crotone Cagliari vale doppio. Attenzione, in settimana avremo 3 giorni di Coppe Europee. In Champions giocano Lazio e Atalanta, in Europa League Napoli, Roma e Milan. Quindi occhio a possibili turnover. Noi siamo qui, e ci ritroviamo domenica sera per top e flop! In bocca al lupo e alla prossima!

Potrebbero interessarti