top flop 11 fantacalcio voti gazzetta dello sport

Eccoci nuovamente qui dopo una settimana, interminabile, di stop del campionato. Si e’ giocato tutto in una sola giornata, come ai vecchi tempi, rievocando un calcio che oggi non esiste piu’. C'erano tantissimi grandi campioni allora, oggi ce ne sono meno e si segna molto di piu’. Infatti la top 11 mette a referto ben 13 reti! Doppiette per i 3 attaccanti, “semplice” gol per gli altri 7 giocatori di movimento. Disastro flop 11, con nessun giocatore oltre il 5, e addirittura 3 espulsi. Ma niente anticipazioni, immergiamoci!

TOP 11 SERIE A 29ª
Tra i pali Marco Silvestri. Il numero 1 del Verona, dopo un avvio di stagione enorme, stava accusando qualche passaggio a vuoto. E’ tornato ai suoi livelli, mantenendo la porta inviolata in un campo insidioso come quello di Cagliari. Niente di straordinario, ma comunque riceve un buonissimo 6.5.
Difesa molto incisiva, con 3 reti del pacchetto arretrato. Inutile il gol di Stryger Larsen, ai fini del risultato, l'Udinese esce sconfitta da Bergamo, ma il danese porta a casa ugualmente un 9.5. Invece il gol di Kamil Glik consente al Benevento di ottenere un punto nello spareggio salvezza del Vigorito contro il Parma. Il numero 15 giallorosso sigla il gol del momentaneo 2-1, ma nel finale pareggera’ i conti Man. Il polacco comunque ottiene un bel 7+3. Meglio di tutti Giovanni Di Lorenzo. Il difensore del Napoli prima serve Insigne per il gol dell'1-0, poi, dopo che la gara si era complicata maledettamente, con il punteggio fissato sul 3-3, fa partire una rasoiata che regala 3 punti pesantissimi a Gattuso. Voto 11 per il numero 22 azzurro!
Quattro reti per il centrocampo. Federico Chiesa si conferma "on fire", sblocca il derby di Torino ed e’ sempre presente nella partita. E’ sicuramente lo juventino piu’ in forma del momento e risulta essere il migliore in campo per i bianconeri, voto 10. Anche Antonin Barak ottiene lo stesso fantavoto. Ma la sua prestazione, a differenza del 22 di Pirlo regala 3 punti alla propria squadra. Sblocca il match di Cagliari, portando gli scaligeri in avanti, poi nel finale la chiudera’ Lasagna. Prestazione sostanziosa del ceco, autore di un notevole campionato. Stessa spiaggia stesso mare anche per Junior Traore’. Il centrocampista del Sassuolo spinge da 0 metri, con il petto, in porta il pallone dell'1-1 contro la Roma di Fonseca. Gol pesante anche per lui, i neroverdi portano a casa un punto insperato, avendo presentato una formazione piena di seconde linee. Mezzo punto in meno, 9.5 per Dennis Man. Il romeno, classe 98, sfrutta una sponda di Cornelius per fissare sul 2-2 lo scontro salvezza di Benevento. Il Parma con il punto ci fa ben poco, il romeno si fa notare e conferma le attese di questo giovane talento approdato a gennaio alla corte di D’Aversa. Fara’ sicuramente parlare di se’.
In attacco spazio al tridente pesante. Ormai non fa piu’ notizia. Luis Muriel affonda in 45 minuti l’Udinese con una doppietta show, poi complice un piccolo problema al fianco resta negli spogliatoi all'intervallo. Per Lucho un 13.5 da leccarsi i baffi. Stesso voto per Nwanko Simy! Ormai il nigeriano e’ uno dei bomber piu’ affidabili del nostro campionato (e questo la dice lunga sul valore attuale della serie A). Segna i gol 14 e 15 della sua incredibile stagione e consente al Crotone di sfiorare l'impresa al Maradona di Napoli. Poi il gol di Di Lorenzo la fissa sul 4-3 ma per il lungo numero 25 di Cosmi un'altra prestazione da incorniciare. Mezzo punto in meno, 13 quindi, ma reti piu’ pesanti, per Tony Sanabria. Il paraguayano ormai non si ferma piu’. Ne segna 2, complice anche Szczesny, e il Toro esce imbattuto da un derby incredibile (che stava vincendo fino a pochi minuti dalla fine). Notevole l’impatto del 19 granata che tocca quota 4 in meno di 5 gare disputate. Complimenti.
In panchina Claudio Ranieri, 6.5 per lui. La sua Samp gioca una signora partita a San Siro, e meriterebbe uscirne con i 3 punti. Solo una disattenzione finale permette ad Hauge di impattare il match, ma davvero molto bene i doriani. Totale di squadra davvero importante, 123.
top 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Top 11 della 29ª della Serie A 2020/21
FLOP 11 SERIE A 29ª
In porta Alex Cordaz. Ormai ospite fisso dei flop 11 incassa 4 reti a Napoli e il 6 diventa suo malgrado un pessimo 2. Non ha evidenti colpe ma questo non basta, il Crotone perde ancora e ormai la retrocessione e’ soltanto questione di tempo.
In difesa una sorpresa davvero inattesa e sgradita. Theo Hernandez e’ disastroso. Con una follia regala palla a Quagliarella che non e’ tipo da rifiutare certi regali e la Samp si porta in vantaggio a San Siro. Per il fortissimo laterale rossonero un passaggio a vuoto, 5. Mezzo punto in meno per Kostas Manolas. E’ spettatore non pagante in occasione dei due gol di Simy, rischia di compromettere la partita del Napoli, ma deve una cena a Di Lorenzo che segna nel finale il gol da 3 punti. Per il greco comunque 4.5. Stesso voto di Kevin Bonifazi, che assiste allo show colombiano a Bergamo. Prima e’ immobile in occasione della doppietta di Muriel, poi nella ripresa si fa saltare da Zapata e completa un sabato da incubo. Ci vuole un’immediata inversione di rotta, gia’ dal prossimo turno di campionato.
A centrocampo e’ davvero dura salvare qualcuno. Franck Ribery si fa espellere per l'ormai nota entrata col piede a martello. Non affonda nemmeno troppo duramente, ma ormai queste situazioni non sfuggono quasi piu’ e il rosso diventa quasi una conseguenza: 3.5 per il francese. Mezzo punto in piu’ per Adrien Silva. Il portoghese nel primo tempo spende giustamente un fallo per fermare una pericolosa ripartenza milanista e si becca il giallo. Quello evitabile e’ il secondo, nella ripresa, a 70 metri dalla propria porta. Sotto la doccia e Samp in 10. Per il piccolo numero 5 di Ranieri c’e’ un 4. Mezzo punto in piu’ per Bryan Cristante. Il romanista e’ una delusione totale, come se non bastasse si becca anche un giallo che gli impedira’ di giocare nel prossimo turno contro il Bologna all'Olimpico. Stesso voto per Tomas Rincon. Il venezuelano e’ il meno lucido degli uomini di Nicola, prende anche un'ammonizione e il tecnico granata al 65’ lo cambia con Lukic per non restare in 10.
In attacco polveri inzuppate, non bagnate. Gervinho e’ impalpabile a Benevento. Trova una delle sue giornate in cui non gli riesce assolutamente nulla. D’Aversa lo tiene in campo per ben 77 minuti, poi lo spedisce sotto la doccia per far entrare Mihaila: 5. Stesso voto di Alberto Cerri. Semplici gli offre un'occasione, parte dal primo minuto contro il Verona e lui la fallisce pesantemente. Resta in campo per 62 minuti, poi entra Simeone, ma la musica non cambiera’ per i sardi. Infine Jayden Braaf. L'olandese, scuola Manchester City, viene lanciato dall'inizio da Gotti a Bergamo. E’ giovanissimo, 2002, e ci vuole molta pazienza. Il tecnico friulano non se lo puo’ permettere e lo sostituisce dopo 70 minuti con Forestieri: 4.5 per il bianconero.
In panchina, nonostante la vittoria Ivan Juric. Prende un 6, ma viene espulso e quindi questo gli regala un 5. Poco male, rimane uno dei tecnici piu’ importanti di questo campionato, e sta presentando un Verona sempre piu’ sorprendente. Totale di squadra davvero scadente, 52.
flop 11 voti fantacalcio voti gazzetta dello sport
Questa la Flop 11 della 29ª della Serie A 2020/21
Nel prossimo turno, si ritorna al vecchio format, si gioca su 3 giorni. Si parte il sabato con 3 anticipi, e si conclude lunedì sera col Monday Night. Spiccano Verona Lazio e Fiorentina Atalanta, da non sottovalutare nemmeno Roma Bologna. Ricordate anche che mercoledì si recuperano finalmente 2 partite, il famosissimo Juventus Napoli e il piu’ recente Inter Sassuolo. Giovedì in campo anche l'unica superstite italiana nelle coppe, la Roma di Fonseca gioca ad Amsterdam contro l'Ajax. Occhio sempre a possibili rotazioni dei mister impegnati in settimana. Noi ci risentiamo lunedì prossimo, dopo il posticipo, non ci resta che augurarvi buona Pasqua, con la speranza di trovare 3 punti dentro l'uovo! Alla prossima.

Potrebbero interessarti