Juventus Lazio, le pagelle: Vlahovic e Chiesa stendono la Lazio
live news fantapiu3

FantaNews

Juventus Lazio, le pagelle: Vlahovic e Chiesa stendono la Lazio

Bianconeri sugli scudi, spiccano anche Mckennie e Locatelli. Solo Luis Alberto si salva per i biancocelesti

Giuseppe Pavia

Di Giuseppe Pavia

sabato 16 settembre 2023 12:48

post-19

scarica l applicazione di fantapiu3 da Apple store

Scarica l'app di Fantapiu3 da Apple store



scarica l applicazione di fantapiu3 per android da google play store

Scarica l'app di Fantapiu3 da Google store





SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

Potrebbe sembrare eccessivo ma è davvero il caso di dire “Partita mai in discussione”. Non solo per il tabellino ma anche per una diversa proposta di calcio: pragmatica ed efficiente quella di Allegri, superficiale e sterile quella di Sarri.
Il risultato si sblocca dopo dieci minuti, Vlahovic da centro area supera Provedel. Al 26' Chiesa firma il raddoppio con un preciso tiro di sinistro a fil di palo. Al 30' Miretti sfiora il tris. La Lazio pericolosa solo con Kamada che gira al volo un pallone vagante verso Szczesny che devia prontamente. 
Nella ripresa la Lazio prova la reazione, anche con i cambi, e sfrutta un inatteso errato disimpegno bianconero, concretizzato da Luis Alberto con un meraviglioso tiro a giro sul secondo palo. L’euforia dura poco, solo 3 minuti, e Vlahovic sigla la sua doppietta facendosi beffe dei due centrali difensivi e battendo Provedel con siluro che non gli da scampo.
Il finale di partita prosegue e termina com’era iniziato, con la Juve in mano le redini del match.

JUVENTUS-LAZIO 3-1

 

JUVENTUS

SZCZESNY 6,5

Viene chiamato poco in causa da una Lazio in difficoltà ma non abbassa mai la concentrazione, intervenendo reattivamente sui tiri dalla distanza.

GATTI 6,5

Solito approccio fisico ma efficace, sa quando può spendere il fallo e aggredisce alto, come tutta la squadra. Più di una volta si immola sui tiri dalla distanza della Lazio, salvando il suo portiere da palloni avvelenati.

BREMER 6

Si dimostra attento alla lettura della trama laziale, interviene in anticipo ove possibile, senza troppi indugi. Non perfetto in alcuni disimpegni, come quello che su Cambiaso dal quale scaturisce poi il gol di Luis Alberto.

DANILO 6,5

Senso della posizione superiore ai colleghi di reparto, sembra sapere prima dove terminerà il pallone. Aiuta a tenere alto il baricentro con la sua posizione avanzata in fase di costruzione.

MCKENNIE 7

Riesce egregiamente nel ruolo di cursore di fascia, ha gamba e intelligenza tattica che gli consentono di coprire l’intera fascia e di saltare l’uomo con destrezza. Avvia lui entrambe le azioni che portano alle due reti del primo tempo. Importante anche l’apporto in copertura.

MIRETTI 6

Non è decisivo ma spicca ugualmente per il rapido fraseggio, anche in spazi stretti. Si spende tanto anche in fase difensiva, cercando assiduamente il contrasto. Spende ingenuamente un giallo.

LOCATELLI 6,5

Lavoro di ordinaria amministrazione con un giro-palla ordinato ma non compassato, non si limita al fraseggio orizzontale, non teme le verticalizzazioni. Degno di nota l’assist intuitivo che serve a Vlahovic per il primo gol.

RABIOT 6,5

Meno protagonista del solito ma a vantaggio di una maggior coralità della squadra. Pochi ma intuitivi passaggi, come il lieve tocco sul pallone che mette in condizione Chiesa di andare al tiro per il 2-0.

KOSTIC 6,5

Buon lavoro nel pressing alto, prende spesso l’iniziativa offensiva, con o senza palla. Più d’una volta costringe Provedel all’intervento dalla distanza,

CHIESA 7

Cerca la ricezione del pallone per poi innescare gli uomini in area. Sebbene venga sempre attenzionato trova i centimetri per scambiare il pallone a ridosso dell’area di rigore, creando frequenti situazioni di pericolosità. Premiato dal gol al termine di un azione ben orchestrata, battendo a fil di palo Provedel.

VLAHOVIC 7,5

Non gli vengono concessi molti spazi ma sfrutta a pieno quegli spiragli rimasti scoperti, esempio ne è la splendida girata in rete che anticipa l’intervento di Casale e batte Provedel. Apprezzabile il lavoro sporco in mezzo ai difensori per far salire la squadra, ed è proprio in un duello simile che trova la doppietta persone, agganciando un lancio lunghissimo e tagliando fuori i due centrali con destrezza.

FAGIOLI 6

Subentra un ammonito e stanco Miretti e da nuovo dinamismo a un centrocampo che rischiava di abbassare troppo i ritmi. Importante apporto sul piano fisico e tecnico.

CAMBIASO 5,5

Appena entrato subito una piccola indecisione su un disimpegno che scaturisce l’azione che porta al gol della Lazio. Il tempo di carburare e rientra nei ranghi, lavorando bene in pressione alta. L’ammonizione per perdita di tempo e la lacuna iniziale gli macchiano la prestazione.

WEAH 6

Un gol sbagliato sul finale, davanti alla porta, che però non gli vale l’insufficienza, vista la dedizione alla copertura in un momento in cui la Lazio stava arrembando.

MILIK SV

Scampolo di minuti, utili solo a regalare un calcio di punizione alla Lazio.

KEAN SV

Lo spunto sul finale di partita non vale un voto in pagella, minutaggio troppo basso. 

ALLEGRI 6,5

Baricentro subito molto alto ad attaccare la manovra avversaria, Atteggiamento aggressivo mantenuto per tutto il match grazie al supporto di tutti gli 11 in campo e ai tempestivi cambi che riforniscono nuova linfa alla squadra. Squadra più consapevole dei propri mezzi che vince non solo grazie all’agonismo ma anche per un preciso fraseggio nella metà campo avversaria che mette alle corde la Lazio.

 

LAZIO

PROVEDEL 7

Subisce 3 reti ma effettua diversi ottimi interventi 

MARUSIC 5,5

Impegnato frequentemente in sovrapposizione ma non sempre ricorda di tornare in posizione, tardivo nei tempi di intervento

CASALE 5

Piccola imperfezione in marcatura sul gol di Vlahovic, sebbene la girata in porta sia stata fulminea. Impatta bene sui palloni alti. Nella ripresa ripete lo stesso errore, sempre su Vlahovic.

ROMAGNOLI 5,5

Non ha pecche individuali vistose ma non risulta irreprensibile contro le arrembate bianconere. Al di sotto delle aspettative, anche nella gestione del reparto. Sul secondo gol di Vlahovic non aiuta certo Casale con un raddoppio.

HYSAJ  5,5

Piccole ma significative lacune difensive, si lascia saltare un po’ troppo agevolmente, poca cattiveria. Esce a fine primo tempo per problemi fisici.

KAMADA 6

Il nipponico fatica, come tutta la squadra, nel trovare spazi di manovra. Meno errori individuali rispetto ai compagni e ha il merito di esser stato uno dei pochissimi ad impegnare Szczesny.

CATALDI 5,5

Timido il play biancoazzurro, esegue il suo compitino di giro-palla ma senza mai tentare, tantomeno trovare, verticalità. Esce all’intervallo.

LUIS ALBERTO 7

Conduce lui le poche manovre ragionate della Lazio ma paga la poca presenza fisica dei compagni, spesso raddoppiato. Non si risparmia in fase di non possesso, cercando sempre il contrasto.

FELIPE ANDERSON 5,5

Svanito dai radar nel primo tempo, o più probabilmente disinnescato da Danilo & co., si fa vivo nella ripresa ma oggi è ostico superare il presidio della difesa di Allegri.

IMMOBILE 5

Ancora una volta molto movimento a vuoto, costretto dalla difesa bianconera a girare al largo dell’area di rigore. Utile solo nel fraseggio alto ma null’altro.

ZACCAGNI 6

L’unico con un rendimento costante fin dal primo minuto: punta costantemente la difesa bianconera, costringendo i marcatori anche al raddoppio. Peccato per la poca collaborazione dei compagni.

ROVELLA 6

Con lui in campo la mediana guadagna più agonismo ma cambia poco sul piano della costruzione di gioco. Sul finale si guadagna di forza un calcio di punizione dal limite che batte lui stesso. Può sicuramente dar tanto alla Lazio nel corso della stagione.

PELELGRINI L. 6

Lavoretto sulla fascia che non sposta gli equilibri, tantomeno cambia la partita. Rispetto a Hysaj garantisce una prestazione fisica lievemente superiore, presidiando meglio la posizione in fase difensiva.

CASTELLANOS 5,5

Ingresso a partita ormai archiviata, non tanto per il minutaggio ma per l’andazzo dell’intera partita, con una Lazio che fatica vistosamente a rifornire gli attaccanti, Castellanos compreso. Dalla sua lievi demeriti per tendenze ad isolarsi, scompare tra le maglie bianconere.

GUENDOUZI 6

Stesso impegno ed estro del match col Napoli ma stavolta non cambia i ritmi e la trama di gioco laziale, stavolta gli avversari gli chiudono tutti gli spazi di gioco.

SARRI 5

Approccio timido alla partita, prosecuzione del match sulla stessa falsa riga. Grosse difficoltà ad arrivare sulla trequarti avversaria con una certa frequenza, manovra caratterizzata da uno sterile palleggio orizzontale, a volte fine a se stesso, I cambi non sortiscono alcun effetto visto che i dettami tattici valgono per tutti i giocatori.

 

Next News                                      Previous News

Ultime News

Voti fantacalcio Serie A da tutte le redazioni
voti fantacalcio Voti fantacalcio Serie A da tutte le redazioni

Sassuolo in B, Frosinone ed Udinese si giocano la Serie A nello scontro diretto!

Voti fantacalcio Fantapiu3 per La Liga e Bundesliga
voti fantacalcio Voti fantacalcio Fantapiu3 per La Liga e Bundesliga

City campione! Tonfo Atletico Madrid, ok PSG, Barcellona, Brest e Girona!

Quotazioni Fantacalcio Euro 2024 e Copa America 2024
fantacalcio Quotazioni Fantacalcio Euro 2024 e Copa America 2024

Potete già creare le leghe sulla nostra app per i 2 eventi calcistici dell'estate 2024